Uno dei guai più ricorrenti in cui cadono le persone buone e oneste consiste nel voler raggiungere la perfezione. 
 Se non si impara a fare pace con i nostri limiti, le nostre fragilità e imperfezioni ci si caccia nel “vicolo dell’infelicità” perenne.
 Dio ci accompagna abbracciando le nostre fragilità di creature e ci dona la Sua pace.”
 
(Franco Barbero)