Ho bussato alla tua porta,

ho bussato al tuo cuore

per un letto decente

per avere un buon fuoco

perché mi scacci?

Aprimi, fratello!…

Perché mi domandi

se vengo dall’Africa,

se vengo dall’America,

se vengo dall’Asia,

se vengo dall’Europa?

Aprimi, fratello!…

Perché vuoi indagare

sulla lunghezza del mio naso,

sullo spessore delle mie labbra,

sul colore della mia pelle,

sul nome dei miei dèi?

Aprimi, fratello!…

Non sono un nero,

non sono un rosso,

non sono un giallo,

non sono un bianco:

sono semplicemente un uomo.

Aprimi, fratello!…

Aprimi la tua porta,

aprimi il cuore,

perché io sono un uomo,

l’uomo di tutti i tempi

e sotto tutti i cieli,

l’uomo tuo simile!
René Philombe