Poemi eroici (1995-2000)

L’amore,

quello che io cerco

non è certo dentro il tuo corpo

che adagi su donne facili.

L’amore quello che voglio io

è la tua costante presenza

è l’occhio vigile del padrone

che arde del suo cavallo.

Così ho cavalcato cavalli d’ombra

e gli altri che mi hanno

visto correre senza briglie

mi hanno considerata pazza.

In effetti una donna che vive sola

senza uno scudo istoriato

senza una storia di bimbi

non è né madre né donna

ma un ibrido nome che viene

stampato in calce alla tua pagina.

(A.Merini, La clinica dell’abbandono, Ed.Einaudi, Torino, 2003, pag.16)

Cos’è l’amore per una donna? Cosa si aspetta dal suo uomo? Non certo soltanto sesso. Quello si può fare anche con una prostituta. Non impegna il cuore.

La donna si aspetta costante presenza, attenzione, dedizione, entusiasmo.

Non le piace l’avventura ma un rapporto speciale. Le piacerebbe essere “speciale” per il suo compagno.

Una donna dunque dovrebbe poter cercare l’amore, libera dai condizionamenti di genere, dai pregiudizi, libera dai ricatti esercitati dal patriarcato, consapevole di essere donna prima che moglie e madre.

Ma una donna che vive così, che corre senza briglie, che non si identifica nel ruolo che la definisce, che preferisce la solitudine a un rapporto inchinato alle convenzioni, per la società è una pazza, addirittura un“ibrido”, un essere “indefinito”, un “non essere”.

Così senza lo scudo istoriato del “padre/marito” a proteggerla a darle un senso, ella perde agli occhi del mondo qualsiasi significato.

by ELISA_451

 

Articoli correlati e breve biografia della poetessa:

 

Con gli occhi dei poeti: “Io mi sono una donna” di Alda Merini (by ELISA_451)