Mao Valpiana, presidente del Movimento Nonviolento, ha scritto la seguente lettera al vescovo di Verona, Mons. Giuseppe Zenti, dopo che questi ha dichiarato al quotidiano cittadino L’Arena che porterà il saluto al Congresso Mondiale della Famiglia, in svolgimento dal 29 al 31 marzo.

 

Lettera aperta mons. Giuseppe Zenti, Vescovo di Verona 

Il saluto è per tutti, o solo per alcuni?

Mi dispiace, ma La devo smentire.

Leggo su L’Arena che Lei porterà il saluto al Congresso Mondiale delle Famiglie.  Ovviamente come cittadino, e come autorità religiosa, Lei è liberissimo di partecipare a qualsiasi iniziativa ritenga, e portare il Suo saluto a chicchessia. È comunque un atteggiamento di buona educazione e di gentilezza che non guasta mai, purchè ognuno sia cosciente delle ricadute anche pubbliche delle proprie scelte.

Tuttavia Le devo far rilevare che in altre simili occasioni Lei si è comportato diversamente.

Il 25 aprile del 2014 La invitammo alla manifestazione “Arena per la pace ed il disarmo”, che organizzammo nella nostra città riempiendo l’anfiteatro con 15.000 persone che chiedevano politiche per la Difesa civile non armata e nonviolenta. Intervennero pare Alex Zanotelli e don Ciotti. Ci arrivò il saluto del Segretario di Stato Vaticano, cardinale Parolin, ma non arrivò nessun segnale dalla curia di Verona, e non arrivò il saluto del Vescovo di Verona, seppur richiesto.

Il 3 ottobre del 2015 organizzammo alla Gran Guardia, insieme ai missionari comboniani, un Simposio sulla Enciclica Laudato sì, per un approfondimento delle tematiche ecologiche e ambientaliste. Intervenne la coordinatrice delle teologhe italiane e un monaco dei padri Ricostruttori, ma anche in questa occasione nessun segnale dalla curia e nessun saluto del Vescovo di Verona, seppur richiesto.

Sono solo due episodi. Molti altri ne potrei citare, negli ultimi dieci anni, quando abbiamo sempre cercato il dialogo, senza mai trovare riscontro. Due pesi e due misure? Giudichi Lei, noi un’idea ce la siamo fatta. Ognuno sceglie i propri interlocutori. Non dica, però, che Lei è ugualmente aperto al confronto con tutti. Con noi questo dialogo non è mai avvenuto.

Cordiali saluti,

Mao Valpiana, presidente del Movimento Nonviolento

Verona, 25 marzo 2019