Spirito di Dio,

fa’ della tua Chiesa

un roveto che arde di amore per gli ultimi.

 

Alimentane il fuoco col tuo olio,

perché l’olio brucia anche.

 

Da’ alla tua Chiesa tenerezza e coraggio.

 

Lacrime e sorrisi.

 

Rendila spiaggia dolcissima

per chi è solo e triste e povero.

 

Disperdi la cenere dei suoi peccati.

 

Fa’ un rogo delle sue cupidigie.

 

E quando, delusa dei suoi amanti,

tornerà stanca e pentita a Te,

coperta di fango e di polvere dopo tanto camminare,

credile se ti chiede perdono.

 

Non la rimproverare.

 

Ma ungi teneramente le membra di questa sposa di Cristo

con le fragranze del tuo profumo e con l’olio di letizia.

 

E poi introducila,

divenuta bellissima senza macchie e senza rughe,

all’incontro con Lui perché possa guardarlo negli occhi senza arrossire

e possa dirgli finalmente: “Sposo mio”.

 

 

Tonino Bello