Ringrazio ancora l’amica Lucia per le preghiere che condivide con noi ogni settimana… anche in questo modo una comunità può attualizzare la Parola:

 

Signore, come agnello in mezzo ai lupi è oggi la persona che vuole restare umana e vivere il Vangelo con coerenza: ero straniero e mi avete accolto. Affinchè la risposta alla tragedia umana di interi popoli non sia quella dei muri e dei porti chiusi, ma quella della politica lungimirante fatta con cuore e intelligenza;

 

Per tutti quelli che alla giovane comandante Carola Rackete hanno gridato insulti e auguri razzisti e sessisti da far accapponare la pelle;

 

Per i politici che, con le loro parole cariche di violenza, alimentano l’odio e la paura verso chi ci è straniero per colore della pelle, cultura e religione, ricordiamo che bianchi e neri apparteniamo tutti a una sola razza, quella umana e che siamo tutti figli di un Dio che ci ama senza distinzioni;

 

Per tutti i bambini e le bambine che, nel mondo, non sono amati, rispettati, aiutati a crescere e a sviluppare i doni ricevuti da Dio. Affinchè tutti gli adulti, soprattutto i papà e le mamme, siano presenti in modo consapevole e responsabile nella vita delle loro creature;

 

Per tutti i lavoratori e le lavoratrici che in questo periodo hanno perso o temono di perdere il lavoro e sono posti di fronte alla scelta: lavoro o salute. Affinchè il lavoro sia per tutti e tutte occasione di crescita umana nel rispetto della salute e della dignità;

 

Per noi e le nostre comunità. Il Signore ci aiuti a trovare spazi e occasioni per stare davanti a lui in silenzio, ascoltandolo perchè grande è la nostra lontananza da Dio e grande è la confusione che abita oggi la nostra mente e il nostro cuore;