Beati gli inquieti, coglieranno la gioia al termine della loro attesa.

Beate le mani che si aprono, il domani crescerà fra le loro dita.

Beati coloro che vivono dei tempi vuoti, sono all’incrocio di Dio.

Beati coloro che serbano delle domande, percepiranno il luogo
del mistero.

 

Suzanne Schell