Carissime/i, il Laboratorio biblico “Donne colpevoli nei secoli dei secoli?” si è ormai concluso… In attesa di averte con noi (25 marzo a Tre Santi, Bolzano) Elizabeth Green, voglio mettere in comune alcuni commenti/pensieri/riflessioni dei partecipanti a questo ciclo di 10 incontri:

 

LABORATORIO BIBLICO: UN PERCORSO VERSO “L’ADULTITA’ “

Quando è stato proposto il percorso, mi sono chiesta: “ E adesso? Nuove conferenze? Nuovo indottrinamento?” Ma,avendo conosciuto un po’ di più d.Paolo, ho deciso di dare fiducia. Lo ammetto, in questo periodo della mia vita, prendo con le molle tutto ciò che riguarda la fede. Sto liberandomi dell’abito vecchio fatto di regole, non sempre comprese, di riti, non sempre condivisi, e, soprattutto, voglio fare chiarezza dentro di me riguardo il mio essere cristiana: il come e il perché.Ed è quindi che, con un misto di curiosità e un po’ di “diffidenza” sono andata agli incontri. E anche lì ho avuto un momento di “sbandamento” quando ho saputo che ci sarebbe stata la condivisione. Premetto che le mie varie esperienze riguardo la condivisione, sono state, per me, spesso motivo di insoddisfazione o frustrazione. Insoddisfazione perché  percepivo la resistenza nell’esprimere il proprio sentire e frustrazione perché mi è capitato di sentire “luoghi comuni” al posto di ragionamenti personali.

Comunque ho deciso di mettermi alla prova, ed ecco quello che posso dire a laboratorio terminato…

Innanzitutto l’argomento trattato: “DONNE COLPEVOLI NEI SECOLI?”… Già questo, da solo, ha attirato la mia attenzione. Infatti è già da un bel po’che ragiono riguardo la questione femminile e mi ha incuriosito questo approccio che si riferiva a donne presenti nel racconto biblico. Devo ammettere che lo scoprire e approfondire queste figure, mi ha fatto bene. Ho visto riconfermato il mio pensiero sulla forza delle donne, sulla capacità di analizzare le situazioni ed agire di conseguenza, mettendo  in campo le proprie specificità per un progetto…. mi ci sono ritrovata!

Secondo punto: la condivisione. Ho cercato, nei vari incontri, di cambiare il più possibile persone, per poter raggiungere diversi punti di vista. Anche in questo caso… sorpresa… mi sono arrivati pensieri, riflessioni, ragionamenti, finalmente non “viziati” (…per amor del vero ci sono stati anche interventi un po’ingessati, tendenti a non sbilanciarsi!!!) E tutto quello di “nuovo” che mi è arrivato, me lo sono tenuto ben caro e ci ho ragionato e ci ragionerò su.

Quindi, in definitiva, bilancio positivo. Sento di aver avuto il carburante per avanzare un poco lungo la strada che voglio percorrere col vestito “nuovo e diverso”…

 Antonietta

 

Ricordo inoltre a tutti che venerdì 13 marzo si ricomincia con il cineforum “Con gli occhi delle donne”

Il film in programma: “Tre manifesti a Ebbing, Missouri” di Martin McDonagh (USA/UK, 2017)

Dove e quando: parrocchia di Tre Santi (BZ), ore 20.30