Episcopale, è stata pioniera dei diritti degli afro-americani e delle donne

 

Barbara Harris, la prima donna a essere stata ordinata vescovo (1989) all’interno della grande famiglia della Comunione anglicana, è morta venerdì 13 marzo all’età di 89 anni. Appartenente alla Chiesa episcopale, il ramo statunitense della chiesa anglicana, è stata ordinata diacona nel 1979 e sacerdote l’anno successivo. Già nel 1974 aveva svolto il ruolo di accolita durante la cerimonia che portò alla consacrazione delle prime undici donne nella chiesa episcopale.

È stata in seguito responsabile di varie diocesi, cappellana delle carceri di Filadelfia dal 1980 al 1984, direttrice di varie riviste del panorama episcopale (prima della laurea in Teologia aveva sostenuto studi giornalistici).

Nel 1989 giunse l’ordinazione vescovile della diocesi del Massachusetts, prima donna e prima afroamericana. Nei giorni precedenti vari messaggi di morte consigliarono lo staff a lei vicino di farle indossare addirittura un giubbotto antiproiettile per la sua incolumità, ma lei rifiutò con fermezza. Dal 2003 al 2007 è stata vescova a Washington DC.

Nel 1965 Barbara Harris, la cui famiglia tre generazioni prima viveva in condizioni di schiavitù, aveva preso la parola alla marcia da Selma a Montgomery per la rivendicazione dei diritti civili degli afro-americani con Martin Luther King e altri leader del movimento.

Il vescovo presidente della Chiesa episcopale degli Stati Uniti, Michael Curry, ha ricordato come «la vescova Harris ha vissuto una vita piena con Dio e con noi. Lo ha fatto vivendo l’amore di Dio che Gesù ci ha insegnato. Lo ha fatto camminando nella solitaria valle della leadership, aprendo la strada a così tanti di noi la cui strada era stata bloccata. Lo ha fatto alzando la voce per coloro che non avevano voce. Lo ha fatto con una battuta, una parola sussurrata, una gioia segreta nonostante tutto ciò che le si è posto davanti come ostacolo, compresa la morte. Non c’è da stupirsi che abbia intitolato il suo libro di memorie, “Alleluia, comunque!”».

Alan Gates, vescovo del Massachusetts, ha dichiarato: «I nostri cuori sono davvero rattristati per la perdita di una donna che è stata un compagno fedele e del tutto irrefrenabile, pastora e ispirazione per noi nella diocesi del Massachusetts per 31 anni. Allo stesso tempo, i nostri cuori sono veramente sostenuti dalla gioia per aver goduto della sua predicazione e della sua presenza per tutti questi anni. È quasi impossibile immaginare la Chiesa episcopale senza Barbara Harris. Non ha mai preteso di essere qualcun altro oltre a quello che era, e ha detto la verità a prescindere dal costo».

 

Riforma, 27 marzo 2020