Nel 2019 ben 560 persone con dipendenze e altri problemi psichici hanno trovato sostegno grazie alla Caritas presso la Consulenza psicosociale di Silandro e il servizio Binario 7 di Bolzano.

Più di 1700 uomini e donne, compresi bambini, hanno ricevuto invece oltre 60.000 pasti caldi distribuiti tra Bolzano e Bressanone, mentre più di 820 persone hanno trovato un tetto sopra la propria testa grazie a strutture gastite e messe a disposizione da Caritas.

Un lavoro complesso e faticoso, che sarebbe stato impossibile sorza il contributo di migliaia di volontari che ogni anno donano il loro tempo prezioso per aiutare il prossimo. Sono questi solo alcuni dei numeri che si possono scoprire analizzando la relazione annuale delle attività della Caritas per l’anno 2019 in Alto Adige.

Un anno, il 2019, in cui la Caritas si è dedicata particolarmente al cercare di rispondere ad un problema che investe sempre più la nostra società: la solitudine. Questo è stato fatto proponendo alla popolazione la campagna di sensibilizzazione “La solitudine è più vicina di quanto pensi”, unita a formazioni mirate di “Pronto soccorso per l’anima” per offrire alla comunità informazioni utili e strumenti per prestare aiuto in situazioni di emergenza psicologica.

Un’altra fondamentale fonte di sostegno per il lavoro della Caritas sono stati i numerosi donatori, privati e pubblici, che hanno fatto sentire la loro vicinanza e sensibilità. Infatti, nel 2019, oltre 6.000 donatori hanno sostenuto, lavoro della Caritas. Circa 650.000 euro sono stati donati per rispondere alle situazioni di bisogno in Alto Adige, mentre 1,8 milioni di euro (inclusi contributi pubblici per 340.000 euro) sono stati impiegati in progetti di aiuto all’estero.

Per chi volesse approfondire il lavoro svolto dalla Caritas nel 2019 è disponibile online sul sito www.caritas.bz.it il dettagliato rapporto annuale delle attività, comprensivo del bilancio economico.

 

Caritas, luglio 2020