La lettura delle preghiere dei fedeli che scrive l’amica Lucia è diventato poco alla volta un “appuntamento fisso” della domenica; anche oggi le condivido con voi e ringrazio ancora Lucia per il bel dono che ci fa ogni domenica:

 

Signore, che sei padrone di tutti, indulgente e paziente con tutti, guarda a noi che siamo sempre così impazienti, pronti a giudicare e a vendicarci. Fa che alla tua scuola impariamo a usare parole d’amore, di perdono e di pentimento seppur balbettando;

 

Signore, nessuno vorrebbe essere zizzania nella famiglia, nel lavoro, nella comunità parrocchiale, ma è forte la tentazione di formare un gruppo di soli buoni che pensano di essere i soli giusti. Preservaci da questa tentazione, aiutaci ad accettare i nostri limiti e a essere misericordiosi con il nostro prossimo;

 

I cambiamenti climatici sono la conseguenza di un equilibrio spezzato che porta disastri ambientali, lutti e sofferenze per milioni di nostri fratelli e sorelle vicini e lontani. Affinchè chiediamo con forza ai governanti delle nazioni di unire le risorse per cominciare a riparare i danni fatti al nostro pianeta;

 

Per gli adulti che, perdendo ogni rispetto per sè stessi, abusano della fragilità di bambini anche molto piccoli con ogni sorta di violenza. Mentre speriamo che i responsabili vengano assicurati alla giustizia, preghiamo il nostro dio che è Dio della vita e dell’amore affinchè converta il loro cuore e giudichi i loro atti con misericordia;

 

Domani/oggi ricorrono 28 anni dall’uccisione del giudice Paolo Borsellino e degli agenti della sua scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. Mentre ricordiamo queste persone fedeli al loro dovere, preghiamo affinchè lo stato torni a essere presente nelle realtà più difficili e dolorose togliendo ogni spazio alle organizzazioni mafiose;

 

Per noi e la nostra comunità, il Signore ci doni cuore e mani gentili capaci di accogliere, aiutare e consolare chi è nel dolore, nella sofferenza, nell’indigenza economica;