“Le storie della Torah non ci raccontano solo ciò che è accaduto molto tempo fa ma anche ciò che accade in ogni generazione. Le storie si ripetono continuamente nella vita di ognuno. Il giardino di Eden è il nostro mondo e noi siamo Adamo ed Eva. Quando Dio dice: “Abbi cura del giardino e proteggilo” sta anche dicendo: “Abbi cura del tuo mondo e proteggilo”.

Stando a un racconto midrashico, Dio mostrò ad Adamo ed Eva il giardino di Eden e disse: “Ho fatto tutte queste cose per voi, e quindi vi prego di averne molta cura. Se lo rovinate, non ci sarà nessuno che potrà ripararlo, se non voi” (Qohelet Rabbah 7,13).

Quando vedete una cosa rotta aggiustatela.

Quando trovate una cosa smarrita restituitela.

Quando vedete che una cosa deve essere fatta fatela.

In questa maniera vi prenderete cura del vostro mondo e riparerete la creazione. Se tutti facessero così, il mondo sarebbe veramente un giardino di Eden, come Dio comanda. Se le cose rotte venissero riparate, allora tutti e tutto si riunirebbero come i pezzi di un gigantesco puzzle.

Ma, affinché la gente incominci il grande compito della riparazione del creato, deve per prima cosa assumersene la responsabilità”.

(Da The Book of Miracles)

 

dal blog dell’amico don Franco Barbero: donfrancobarbero.blogspot.com