Padre celeste,

insegnaci a camminare alla tua presenza,

tranquillamente e senza imbarazzo!

Guida i nostri pensieri e dirigi la nostra azione

affinché non siamo come degli estranei

che vengono a farti visita

soltanto per chiederti qualcosa,

ma siamo invece dei figli e delle figlie,

che si sentono a casa loro presso di Te.

 

Aiutaci a non dimenticare mai 

che tu non ci inviti a intravedere da lontano,

in modo furtivo, la tua gloria, come Mosè,

ma che, da quando hai inviato il tuo figlio Gesù

a percorrere la nostra terra

ed a piantare la sua tenda fra di noi,

tu ci permetti di essere suoi discepoli

e ci invita a seguirlo sulla via che lui ha percorso.

Non è una via tranquilla e facile.

La strada è piena di pietre, e di ostacoli,

ma tu ci hai promesso di darci energia,

coraggio, perseveranza e assiduità,

a patto che noi mettiamo tutto il nostro cuore

senza ripensamenti né rincrescimenti.

Padre, ti preghiamo,

passa davanti a noi per guidarci,

cammina al nostro fianco per essere il nostro amico,

sii sopra di noi per proteggerci,

rimani dietro di noi per dirigerci,

sii sotto di noi per portarci,

dimora con noi per amarci.

 

Preghiera scritta da J. F Bill l’8 dicembre 1996 nella prigione di Johannesburg – Sud Africa