Con lo slogan “#liebegewinnt” (“l’amore vince”), le coppie omosessuali sono invitate a celebrare la benedizione in tutta la Germania. Il Vaticano, ancora una volta, ha vietato tali benedizioni.

Gli operatori pastorali di tutta la Germania invitano ai riti di benedizione per le coppie omosessuali il 10 maggio. Reagiscono così al rinnovato divieto di benedizioni per le coppie omosessuali pubblicato dalla Congregazione vaticana per la Dottrina della Fede la scorsa settimana. Anche diversi sacerdoti della diocesi di Münster sostengono la campagna.

Con lo slogan “#liebegewinnt” (“l’amore vince”), gli operatori pastorali di tutta la Germania ti invitano ai servizi di benedizione per le coppie omosessuali il 10 maggio. In molti luoghi e, se possibile, ovunque alle 19:00 si dovrebbe “chiedere la benedizione di Dio per tutti coloro che si amano“. L’azione è vista come una risposta al rinnovato divieto del Vaticano sulle benedizioni per le coppie omosessuali. È una “scossa per le persone di tutto il mondo” che spesso lottano una vita intera per difendere il loro modo di amare e per questo sono state discriminate – “anche dalla Chiesa”.

La data del 10 maggio per le celebrazioni è stata scelta deliberatamente. In questo giorno, secondo l’enciclopedia ecumenica dei santi, verrà ricordato Noè, il “capostipite di tutte le stirpi”Dopo il diluvio e la salvezza nell’arca, Dio usò un arcobaleno come segno del suo patto con l’umanità. L’arcobaleno è anche un simbolo della comunità LGBTQ +. Pertanto, negli ultimi giorni numerose chiese della diocesi di Münster hanno appeso bandiere arcobaleno sui loro campanili.

“Senza alcun segreto”

Secondo i promotori, le funzioni religiose dovrebbero usare molti simboli creativi per mostrare quante persone nella Chiesa percepiscono come un arricchimento e una benedizione la colorata diversità dei diversi progetti di vita e delle storie d’amore delle persone. Dovrebbero ricevere la benedizione di Dio “senza alcun segreto“.

I promotori delle celebrazioni per la benedizione includono Bernd Mönkebüscher, parroco di Hamm, e Burkhard Hose, sacerdote dell’Università di Würzburg. Dopo che il documento vaticano è stato diffuso la scorsa settimana, loro hanno sollecitato disobbedienza pastorale. Di conseguenza, più di 2.000 operatori pastorali hanno dichiarato di voler continuare a benedire le coppie omosessuali.

Secondo le informazioni, la richiesta di benedizioni è sostenuta anche dal decano della città di Münster Jörg Hagemann, dal parroco di Ahaus Stefan Jürgens, dal sacerdote e storico della chiesa Hubertus Lutterbach, che vive a Münster, e dal parroco Christian Olding di Geldern.

Articolo di Markus Nolte pubblicato sul portale cattolico Kirche und leben (Germania) il 23 marzo 2021, liberamente tradotto da Antonio De Caro

Testo originale: Priester laden für 10. Mai zu Segnungen homosexueller Paare ein