Home Con gli occhi dei poeti

Con gli occhi dei poeti

"21 novembre 1918"     Sono felice di vivere in modo semplice ed esemplare come il sole, come il pendolo, come il calendario. Di essere un’anacoreta laica di snella figura, savissima- come qualsiasi creatura di Dio   Di sapere- lo Spirito è mio alleato, lo Spirito è...
"Sono una creatura" (5 agosto 1916)   Come questa pietra del S.Michele così fredda così dura così prosciugata così refrattaria così totalmente disanimata Come questa pietra È il mio pianto che non si vede La morte si sconta vivendo.   (G. Ungaretti, Valloncello di Cima Quarto, 5 agosto 1916, "I miti poesia", Ed. Mondadori, 1996)   Ungaretti ama...
Il mio funerale (1963)   Il mio funerale partirà dal nostro cortile? Come mi farete scendere giù dal terzo piano? La bara nell’ascensore non c’entra e la scala è troppo stretta.   Il cortile sarà, forse, pieno di sole, di piccioni forse nevicherà. I bambini giocheranno strillando sull’asfalto...
Poemi eroici (1995-2000) L’amore, quello che io cerco non è certo dentro il tuo corpo che adagi su donne facili. L’amore quello che voglio io è la tua costante presenza è l’occhio vigile del padrone che arde del suo cavallo. Così ho cavalcato cavalli d’ombra e gli altri...
"Poesia n. 435" (1862) Molta follia è saggezza divina- Per chi è in grado di capire- Molta saggezza- pura follia- Ma è la maggioranza in questo, in tutto, che prevale- Conformati: sarai sano di mente- Obietta: sarai pazzo da legare- immediatamente pericoloso e presto incatenato. (E. Dikinson, Silenzi,...
"La moglie di Lot" (1922-24)   Ora la moglie di Lot si voltò indietro a Guardare e diventò una colonna di sale. Gen 19, 26   E andava il giusto dietro il messo di Dio, enorme e radioso, sulla nera montagna, ma sonora parlava l’angoscia alla...
“Io mi sono una donna” Io mi sono una donna che dispera Che non ha pace in nessun luogo mai Che la gente disprezza, che i passanti Guardano con sospetto e con rancore, sono un’anima appesa ad una croce calpestata derisa sputacchiata, mi son rimasti solo...
"Poesia n. 751" (1863)   Il mio valore è ciò di cui più dubito il suo merito-ciò che più temo, in tal confronto, il meglio di me più umile appare.   Che io non risulti adeguata alle sue amate richieste, la preoccupazione prima della mia mente assillata.   Eppure è vero:...
Con questo mese inizia una nuova collaborazione su questo blog: la rubrica "Con gli occhi dei poeti" con cui l'amica ELISA_451 ci accompagnerà nel nostro cammino di ricerca e di approfondimento... Mi piace l'idea che questo spazio del blog, per...

ULTIMI ARTICOLI