venerdì, dicembre 4, 2020
"Buon Natale" E se invece venisse per davvero? Se la preghiera, la letterina, il desiderio espresso così, più che altro per gioco venisse preso sul serio? Se il regno della fiaba e del mistero si avverasse? Se accanto al fuoco al mattino si trovassero i doni la...
Ci sono poetesse (poete) come Teresa Zuccaro, Dina Basso, Annalisa Manstretta e molte altre le cui opere compaiono nei cieli come felici comete, ma che poi spariscono. Eppure, la poesia degli ultimi cinquanta anni è donna, ha una voce...
Da "Ossi di seppia (1)" Non chiederci la parola che separi da ogni lato L’animo nostro informe, e a lettere di fuoco Lo dichiari e risplenda come un croco Perduto in mezzo a un polveroso prato. Ah l’uomo che se ne va sicuro, agli altri...
Da “Dei sepolcri” Non vive ei forse anche sotterra, quando gli sarà muta l’armonia del giorno, se può destarla con soavi cure nella mente dei suoi? Celeste è questa corrispondenza d’amorosi sensi celeste dote è negli umani, e spesso per lei si vive con l’amico estinto e...
"L’infinito" Sempre caro mi fu quest’ermo colle, e questa siepe, che da tanta parte dell’ultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando interminati spazi di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo, ove per poco il cor non si...
Non ti allarmare fratello mio,
dimmi, non sono forse tuo fratello? Perché non chiedi notizie di me? 
È davvero così bello vivere da soli, se dimentichi tuo fratello al momento del bisogno? Cerco vostre notizie e mi sento soffocare 
non riesco a fare neanche chiamate...
La poesia che Luis Sepùlveda dedicò alla moglie Carmen in esilio:   L'ultima nota del tuo addio mi disse che non sapevo nulla e che arrivavo al tempo necessario di imparare i perché della materia. Così, fra pietra e pietra seppi che sommare è unire e che sottrarre...
“Almeno un poeta ci sia per ogni monastero: qualcuno che canti le follie di Dio La città non conosce più canti le strade stridono di rumore: e anche là dove ancora pare sopravviva il silenzio è solo muta assenza. Ma in qualche parte Tu devi esserci, Signore!” David M. Turoldo
"Magnificat"   L'anima mia magnifica il Signore! Mi ha insegnato ad apprezzare la solitudine, per farmi gustare tutta la gioia dell'amicizia. Mi aiutato ad uscire da tristezza e sconforto, per riuscire a stare accanto a chi soffre con pazienza ed empatia. Mi ha donato occhi attenti...
Il cuore non è in pace né in silenzio, il clamore risorto dalle mie labbra. Sono triste, come un uccello in una gabbia, voglio gorgheggiare, ma non c’è respiro.. Lontano il mio Iran infermo e malato I suoi bambini periscono lentamente, e io,...

ULTIMI ARTICOLI