Pubblico un pensiero che l’amica Lisa ha voluto condividere con me e con tutti voi…

don Paolo Zambaldi
 
“Una fede che ci esonerasse dalla responsabilità, o anche solo pretendesse sostituirla, sarebbe illusoria e falsa, sarebbe una magia o una superstizione, un cunicolo cieco dal quale prima o poi occorre tornare indietro. 

Per quanto paradossale appaia, la fede andata in crisi dopo Auschwitz non è quella in Dio ma quella nell’uomo e nel suo senso di responsabilità.”

(P. De Benedetti e M. Giuliani, “Fidarsi. L’amen della fedeltà”, Morcelliana, 2015)