NON CI FACCIAMO BENDARE GLI OCCHI SULLA LIBIA. Dai tantissimi capi scout presenti oggi in piazza ad Amnesty che ci ha convocati, cominciano a diventare sempre più “rumorosi” i cittadini che bendati non vogliono stare. Lo striscione degli scout non lascia dubbi: siamo a Montecitorio per dire NO al rinnovo della missione in Libia e alla prosecuzione della cooperazione con le autorità libiche senza garanzie concrete sulla protezione dei diritti umani di persone migranti e rifugiate. Ma sempre più italiani non sopportano più vedere un governo che sostiene e collabora con la “Guardia costiera libica” nei respingimenti forzati in Libia delle persone intercettate in mare.

ANCHE PAX CHRISTI È A ROMA ricordando la denuncia di Papa Francesco, l’8 luglio 2020, anniversario del suo viaggio a Lampedusa nel 2013 : “Di quanto succede in Libia ci danno una versione “distillata”. “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”». «Tutto ….nel bene e nel male! Questo monito risulta oggi di bruciante attualità. Dovremmo usarlo tutti come punto fondamentale del nostro esame di coscienza, quello che facciamo tutti i giorni. Penso alla Libia, ai campi di detenzione, agli abusi e alle violenze di cui sono vittime i migranti, ai viaggi della speranza, ai salvataggi e ai respingimenti.”

NON POSSIAMO NON VEDERE chi ci vuole alleati con i carnefici”, prosegue Pax Christi:”Fornendo attrezzature e anche armi per fomentare guerre che poi provocano ulteriori tragedie e disperazione chi deve fuggire per salvare la propria vita. Non possiamo accettare che anche questo Governo investa sempre più nelle armi e creda sempre più e soltanto nella logica della violenza e sopraffazione. Crediamo che sia possibile un modo diverso di incontrare i migranti non di ‘affrontarli’.Ci verrà chiesto dove eravamo? E da che parte stavamo?Noi siamo dalla parte delle vittime.

14 luglio 2021 Pax Christi Italia