Signore, la vita, spesso, non ci risparmia le prove, apri il nostro orecchio affinchè la tua parola ci sostenga e non ci tiriamo indietro; accresci la nostra fiducia in te e non ci sentiremo mai soli;

Signore, sono tante le sollecitazioni che ci vengono dal mondo: la ricerca del piacere, del possesso, della sopraffazione degli altri. Fa che sappiamo rinunciare a noi stessi per diventare davvero noi stessi e adempiere al compito che hai assegnato a ognuno di noi;

Mentre tutti noi cittadini del mondo stiamo perdendo umanità, sicurezza e tempo prezioso per affrontare la crisi climatica, per l’industria delle armi il 2020 è stato un anno d’oro. E la pace? Affinchè non rimanga solo un sogno;

11 settembre 2001. Nell’attentato alle torri gemelle di New York sono morte quasi 3.000 persone di diverse fedi e provenienti da 90 nazioni. Da allora le guerre non si sono più fermate. Per tutti i morti, per i feriti nel corpo e nello spirito e per le loro famiglie;

In questi giorni, ancora donne uccise da uomini che dicono di amarle. Per tutte le donne che, fin da bambine, sono maltrattate, sfruttate, abusate e uccise, per i figli che, spesso sono testimoni di tanta incomprensibile violenza;

Durante questo mese oltre due miliardi di cristiani si dedicano alla riflessione e alla preghiera per trovare come curare le ferite che abbiamo inferto al creato e alle sue creature più deboli. Affinchè noi stessi ci sentiamo creature e non padroni e modifichiamo i nostri stili di vita improntandoli alla sobrietà e al rifiuto dello spreco;