martedì, Gennaio 18, 2022
Un nuovo report dedicato alla situazione delle persone migranti che si ritrovano a transitare in Bosnia Erzgovina denuncia l'inaccettabile limbo che queste persone sono costrette a vivere, al gelo e senza speranza
L’insostenibile retorica del rifiuto dell’accoglienza per giustificare gli sgomberi ai danni dei senza dimora. Come funziona davvero la bassa soglia a Bolzano (Parte 1).
La grandezza di Maria sta nell’aver creduto nella follia della Parola di Dio. Signore, oggi viviamo in un mondo nel quale le parole vanno senza freni, causando anche sofferenza e dolore. Fa che ascoltiamo solo la tua...
QUELLA FINESTRA DALLA LUCE VERDE che abbiamo visto nelle cittadine sul confine tra Polonia e Bielorussia era oggi sull’altare della chiesa della Cita. Gli scout del Marghera 1 hanno riproposto a noi la scelta di andare contro...
Una vedova che non ha più niente, solo la propria vita, mette questo niente a disposizione di chi ha fame. E noi che ci proclamiamo credenti? Signore, aiutaci a condividere ciò che abbiamo con chi non...
G20 e Afghanistan. La principale ferita che ci porta questo G-20, come del resto quelli che l’hanno preceduto, è l’assoluta mancanza di giustizia. Per essere tutti d’accordo bisogna che ognuno abbia la sua parte di sangue e di...
Migranti, nuove rotte per i professionisti LA GENITORIALITÀ L’associazione “La Strada – Der Weg ONUS”, l’associazione Volontarius ONLUS e Caritas Diocesi Bolzano - Bressanone sono liete di invitarvi al...
Sabrina Efionayi, 21 anni, è una scrittrice italiana di origine nigeriana. Cresciuta con il peso della discriminazione, vittima di uno sguardo che l’ha fatta sentire diversa per il colore della pelle, Sabrina ha iniziato a scrivere alle scuole superiori...
Il giornale missionario dei comboniani Nigrizia, il 17 settembre, con un articolo di Antonella Sinopoli, legge e commenta il secondo Rapporto Growndshell della Banca Mondiale, che insieme al primo (pubblicato nel 2018) fornisce un quadro globale sui grandi spostamenti...
Hanno incatenato la sua bocca e legato le sue mani alla pietra dei morti. Hanno detto: “Assassino!”, gli hanno tolto il cibo, le vesti, le bandiere

ULTIMI ARTICOLI