martedì, Gennaio 18, 2022
Dizionario delle azioni e delle campagne di informazione portate avanti da gennaio a dicembre. Decine di iniziative che hanno portato all'attenzione dell'opinione pubblica le tematiche importanti e scottanti del nostro tempo. Per combattere il male dell'indifferenza.
Un nuovo report dedicato alla situazione delle persone migranti che si ritrovano a transitare in Bosnia Erzgovina denuncia l'inaccettabile limbo che queste persone sono costrette a vivere, al gelo e senza speranza
Pagando i conti di Israele, l’Europa e gli Stati Uniti permettono una maggiore spesa per gli insediamenti nella Cisgiordania occupata. Oren Ziv/ActiveStill I sostenitori di Israele si sono incontrati all’inizio di questo mese in...
La Rete Ecclesiale Panamazzonica (REPAM) ha avviato, il 24 novembre, una procedura di denuncia presso le Nazioni Unite e l'Organizzazione degli Stati Americani (Oas) per il grave rischio di genocidio che incombe sul popolo Yanomami in...
Il 29 novembre 2021 Pax Christi celebra con una videoconferenza online la 44ma Giornata Mondiale di Solidarietà con il Popolo Palestinese, in virtù del mandato conferito dall’Assemblea Generale il 2 dicembre 1977.
Per la terza sera consecutiva, si è ripetuto il lancio di missili dalla Striscia a cui hanno fatto seguito i bombardamenti dell’aviazione israeliana contro, sostiene l’esercito di Tel Aviv, “obiettivi di Hamas”. Non si segnalano feriti da...
Signore, noi ti chiediamo di moltiplicare il pane e tu ci chiedi di condividerlo con chi non ce l’ha, secondo la tua Parola. Rafforza la nostra fiducia in te e ogni cosa ci sarà possibile;
Le forze israeliane hanno distrutto case e attrezzature agricole a Humsa al-Baqai’a nella Valle del Giordano occupata. Le forze israeliane hanno distrutto la comunità palestinese beduina di Humsa al-Baqai’a, nella Valle del Giordano,...
La guerra a Gaza non è finita il 21 maggio 2021, così come non era iniziata 12 giorni prima. In una sorta di reinterpretazione contemporanea di tante guerre del passato, il conflitto a Gaza è infatti composto...
Apartheid non è una brutta parola. È un campanello d’allarme. Una richiesta di aiuto. Chiediamo un’azione immediata, perché qualcosa è fondamentalmente sbagliato, insostenibile e dovrebbe essere cambiato se vogliamo evitare conseguenze irreversibili.

ULTIMI ARTICOLI