mercoledì, Gennaio 26, 2022
Sebbene sia innegabile che il primo sguardo sull’induismo sembri l’elogio dell’horror vacui, varcata la soglia, si riscopre un moto che conduce a quell’Uno, variamente definito dai Testi sacri. Allo stesso modo, nel rapporto con la natura...
La risposta del giusto, alle sofferenze che il mondo infligge, si chiama benedizione. Questa è stata la risposta di Dio al mondo che ha inchiodato Gesù alla croce: benedizione. Dio non ricambia con...
Condivido con tutti voi questo scritto che l'amica Antonietta mi ha fatto avere: … ci risiamo … eccola di nuovo la Settimana Santa… un po’ anomala in questo tempo di Covid19. Con tutto il tempo a disposizione per riflettere riguardo il...
Signore Dio, concedimi attraverso la tua Parola di conoscere te Padre buono e di conoscere me, figlio tuo, peccatore. Che io veda, Signore,
il manifesto a bordo. L’intervento a 33 miglia a nord ovest di Zawiya. Tra i superstiti 5 donne e 15 minori A terra le agenzie battono dei numeri, ma sul ponte di poppa della...
L’emorroissa, toccando e parlando, ottiene la guarigione e la salvezza... «Una donna, che aveva perdite di sangue da dodici anni, la quale, pur avendo speso tutti i suoi beni per i medici, non aveva...
I temi centrali del pensiero del teologo Carlo Molari in un’unica opera. Le dinamiche della vita spirituale e di fede e le motivazioni di carattere concettuale e teorico   Il nuovo libro del teologo Carlo Molari è dedicato ai temi centrali del suo insegnamento:...
Festeggiare l'Avvento significa saper attendere: attendere è un'arte che il nostro tempo impaziente ha dimenticato.  Esso vuole staccare il frutto maturo non appena germoglia; ma gli occhi ingordi vengono soltanto illusi, perché un frutto apparentemente così prezioso è dentro ancora...
Secondo la Bibbia e l’esperienza umana, è evidente che nessuno ha mai visto DIO. Con successi ed errori, nel corso della storia noi esseri umani abbiamo cercato di conoscere l’immagine autentica del Supremo trascendente; ma provare la sua esistenza o inesistenza...
I cieli cileni sono attraversati in questi giorni da un'ombra lieve, un'immagine dotata del senso dell'infinito, della imperturbabilità che solo la consapevolezza del non finito garantisce: è Fortunata, la gabbianella a cui Luis Sepúlveda, per mezzo del gatto Zorba,...

ULTIMI ARTICOLI