Faggioli M., Breve storia dei movimenti cattolici, Roma, Carocci editore, 2008.

Comunione e Liberazione, Opus Dei, Legionari di Cristo, Comunità di Sant’Egidio, Focolari, Neocatecumenali. Sono solo le sigle più note all’interno della galassia dei movimenti ecclesiali. Questa galassia ha una storia, che nasce dopo il Concilio Vaticano I, attraversa il Vaticano II e si svolge lungo tutto il Novecento: è una storia che anticipa e prepara l’espansione dei movimenti negli ultimi tre decenni, da Giovanni Paolo II a Benedetto XVI. Qual’è il significato di questo fenomeno? I nuovi movimenti sono le divisioni militanti del nuovo cattolicesimo lanciato alla riconquista della società? Oppure, al contrario, l’esuberanza dei movimenti costituisce un elemento di divisione e dissimula la debolezza della Chiesa cattolica? Comprendere la storia di questo nuovo volto del cattolicesimo è la chiave per cogliere uno snodo dei rapporti tra chiesa, politica e società contemporanea.