Donne d’Africa e del mondo sono unite contro la lotta alla violenza di genere nel giorno di San Valentino

Le donne metodiste della Liberia hanno deciso di aderire alla Campagna del Giovedì in nero e sono scese per strada per promuovere con una manifestazione pacifica nella Contea di Margibi, la loro lotta alla violenza di genere. La decisione è stata presa per contrastare l’aumento delle violenze nel Paese.

Muriel V. Nelson, presidente dell’Unione metodista delle donne in Liberia ha rilevato quanto «la questione della violenza contro le donne non sia l’unica emergenza, ma certamente un problema globale, secolare», e che quindi dev’essere affrontato «con urgenza, in quanto problema sociale». Le donne metodiste del paese africano che confina con la Sierra Leone, la Guinea e la Costa d’Avorio, avevano già deciso di marciare lo scorso 24 gennaio (in occasione della Settantaduesima sessione annuale d’incontro delle Donne metodiste) indossando il colore nero a sostegno dell’iniziativa mondiale nata per contrastare la violenza e lo stupro di genere.

Nelson ha proseguito «ciò che colpisce e affonda una donna, affonda e colpisce tutte le donne. La missione dell’Unione delle donne metodiste è quella di trasformare la fede, la speranza e l’amore in azioni concrete per le donne, le bambine e le giovani del nostro paese. Aiutiamo le vittime di violenza fornendo loro case sicure, consulenza psicosociale, servizi legali, visite mediche, sostentamento e borse di studio per garantire la loro educazione, permettere una loro miglior difesa».

Anche Rose R. Farhat, del gruppo delle donne ha chiosato: «Siamo la Voce di chi non ha voce a difesa di tutte le donne; ci sforziamo di formare i nuovi discepoli di Gesù Cristo, offrendo loro il dono della vita in tutta la sua abbondanza, creando altresì le condizioni per dare maggior potere alle donne».

Lo scorso 7 gennaio il Consiglio Ecumenico delle chiese (Cec) aveva promosso la speciale Campagna di sensibilizzazione sulla violenza di genere in vista della ricorrenza di San Valentino, collegandola al Giovedì in nero.  Il Cec invita tutti a promuovere oggi riflessioni sul tema e a inserire come proprio profilo dei social networkl’immagine con il testo: «L’amore è paziente; l’amore è gentile; l’amore non è invidioso, arrogante o maleducato. Non insiste a modo suo; non è irritabile o risentito; l’amore non si rallegra nel fare male, ma si rallegra nella verità. Sopporta tutto, crede a tutto, spera ogni cosa, sopporta ogni cosa – 1 Corinzi 13: 4-7», creata per l’occasione e da mostrare in particolar modo, nel giorno di San Valentino.

 

Riforma, 14 febbraio 2019