“Li chiamiamo poeticamente “cristalli”.

Erano le migliaia di vetrine di negozi e abitazioni degli ebrei tedeschi distrutte nel grande Pogrom nazista che fu scatenato dal dottor Goebbels tra il 9 e il 10 novembre 1938, nel corso della Notte dei Cristalli.

Nella realtà di poetico non ci fu niente.

Furono distrutte 267 sinagoghe in Germania e in Austria, altre 1400 furono pesantemente danneggiate.

Furono attaccati dalle Sa e dalla Hitler Jugend oltre 7mila negozi di proprietà ebraica.

Furono violati i cimiteri ebraici, prese di mira 171 abitazioni private.

Furono arrestate, picchiate selvaggiamente e internate oltre 3 milioni di persone.”

 

www.shalom.it