Asciuga le tue lacrime, Africa!
Per aver bevuto a tutte le fontane
di sventura e di gloria,
i nostri sensi si sono aperti
all’aroma delle tue foreste,
all’incanto delle tue acque,
alla carezza del tuo sole
ed alla malia del rugiadoso tuo verde.
Asciuga le tue lacrime, o Africa!
I tuoi figli ritornano,
colme le mani di trastulli
colma l’anima d’amore.
Ritornano per vestirti
di speranze e di sogni.

 

Questa poesia di un “Poeta Africano” del Mali l’abbiamo letta sul Calendario 2016 curato dall’associazione O.R.U.A.M. (Organizzazione per il Rispetto delle Umanità in Amicizia e Mutuo aiuto) di Bricherasio, che sviluppa iniziative di solidarietà con il villaggio di Yendouma in Mali.

Ve la proponiamo in un periodo in cui tante persone fuggono dall’Africa, dalle guerre, dallo schiavismo, dalla miseria, dalle persecuzioni… Ci sembra un auspicio di ritorno che condividiamo e facciamo nostro.

Foglio di comunità (gennaio) CdB di Viottoli, Pinerolo