Il direttore di un liceo americano, all’inizio di ogni anno scolastico, usava scrivere il seguente messaggio ai docenti della sua scuola:

 

“Caro collega,

io sono sopravvissuto a un campo di concentramento.

I miei occhi hanno visto ciò che nessun uomo dovrebbe vedere.

Camere a gas costruite da ingegneri istruiti.

Bambini avvelenati da medici coscienti di ciò che facevano.

Neonati uccisi e bruciati da persone diplomate e laureate.

Per questo motivo diffido dell’istruzione.

Il mio auspicio, allora, è : “Aiutate i vostri studenti a diventare esseri umani.

L’esito dei vostri sforzi non dovranno essere mostri beneducati, psicopatici qualificati, colti Eichmann.

Le capacità di leggere, scrivere, fa di conto, sono competenze irrilevanti se non servono a condurre i vostri figli a una maggiore umanità.”