Carissime amiche ed amici,

vi invito a leggere questo breve testo, a riflettere e a contribuire (se potete e come potete…)!

Essere cristiani vuol dire soprattutto saper esprimere concretamente il proprio sostegno a chi ne ha bisogno incominciando dai fratelli e dalle sorelle a tutte le latitudini!

don Paolo Zambaldi

————————————————————————————————————————————————————————————————————

“di grano in grano la gallina riempie lo stomaco

Coronavirus in favela

Il corona virus ci ha colti di sorpresa, e con noi tutto il mondo ormai deve fare i conti con questa realtà che ci obbliga a pensare e ripensare il senso e la direzione della nostra vita.

In contatto con don Gigi Sartorel, missionario che conosciamo (cappellano a Laives prima della sua partenza) e che opera a Fortaleza in Brasile da più di 40 anni, gli abbiamo chiesto quale impatto ha avuto l’epidemia nella favela di Genibaù.

Ci ha detto don Gigi:

“Qui a Fortaleza e in tutto lo stato del Cearà siamo obbligati a stare a casa e cercare meno contatti fisici possibili per rallentare questa pandemia” 

E così ci è chiaro come tutti davvero ci troviamo sulla stessa barca… anche se a pensarci bene non è proprio così! La pandemia, infatti mette ancor più in evidenza le forti disuguaglianze che già esistono tra chi vive nel benessere e chi si trova in povertà. Come sempre, sono i poveri quelli che pagano il prezzo più alto perché già si trovano in condizioni precarie e applicare norme di distanziamento sociale in una favela non è certo paragonabile alla nostra esperienza.

Prosegue don Gigi:

“Chi abita in situazioni di sopravvivenza giornaliera, costretto in piccole casette, con vari componenti della stessa famiglia, e impossibilitato anche a poter lavorare seppur precariamente per portare a casa almeno il minimo, ha assoluto bisogno di sostegno” 

A Fortaleza nella favela del Genibaù il Centro Dom Helder Camara è una realtà che già conosciamo e che alcuni di noi hanno sostenuto per tutte le attività che offre al quartiere. Questo centro ha già attivato da alcuni giorni una raccolta viveri e distribuisce pacchi di alimenti alle famiglie.

“Siamo riusciti a fare già 400 pacchi di alimenti (Il costo è di circa 30,00 euro per un pacco basico di soli alimenti e 50,00 euro includendo disinfettante, sapone e mascherine) per 400 famiglie… è poco, ma, come si dice in Brasile: di grano in grano la gallina riempie lo stomaco. E anche: il poco con Dio è molto”. 

Queste le parole conclusive di Don Gigi che ci confermano l’importanza della solidarietà fatta di piccoli ma importanti gesti. Possiamo anche noi sostenere questa iniziativa del Centro Dom Helder Camara.

 

SOSTIENI CON UNA DONAZIONE

IBAN IT28 K060 4558 4800 0000 5002 790

intestato al Gruppo Missionario di Laives o.n.l.u.s.

Causale →CORONAVIRUS FAVELAS PADRE GIGI SARTOREL BRASILE

Il Centro di promozione della vita Hélder Câmara si trova all’interno della Favela urbanizzata “Do Genibaú” a Fortaleza in Brasile e più di 300 famiglie possono usufruire di questa fondamentale realtà. La struttura e il progetto sono stati realizzati e vengono a tutt’oggi supervisionati da Padre Pierluigi “Gigi” Sartorel missionario fidei donum di Bolzano da più di 40 anni in Brasile.

Referente – Andrea Tomasi +39 339 56 54 531 

 laives.gruppo.missionario@gmail.com

Andrea Tomasi – Vice Presidente Gruppo Missionario di Laives 

Alessandra Lucchi – amica di Padre Luigi e sostenitrice dei suo progetti in Brasile

Referenti del progetto: Padre Luigi Sartoel e Ana Cristina Morais in Brasile – Andrea Tomasi in Italia

 

Per ulteriori informazioni:

ComunicatoStampaCoronavirusFavela